Mostre

Showroom HORM Orizzonti / Milano, Piazza San Marco / 2 Dicembre 2010 – 31 Gennaio 2011

Auguriamo uno “Junk Christmas” a tutti!
Showroom HORM Orizzonti – Milano, 2 dicembre 2010
Un brindisi di Natale, che sia foriero di buona fortuna ma anche di rinnovata sensibilità verso
l’ambiente.
Ecco perché HORM Orizzonti e Antonangeli hanno deciso di ospitare in una mostra, in occasione
del brindisi natalizio, alcune delle ultime opere di Marillina Fortuna, l’artista italiana che ridà vita e
consistenza ai rifiuti restituiti alla terra dalle onde del mare, trasformandoli in opere che sfruttano
l’essenzialità dell’oggetto stesso, senza lavorazioni aggiuntive. Tra le sue mani, un accendino, un
pezzo di plastica, un vetro rotto con gli angoli consumati dalla salsedine, prendono forma e
diventano la Junk Collection.
“L’incontro con i rifiuti del mare – racconta Marillina Fortuna – è stato un acerbo colpo di fulmine:
raccoglievo il materiale lungo le spiagge attirata dalla materia, dal colore, dal disegno: senza un
preciso intento. Oggi raccolgo appena posso e produco con gli occhi, prima ancora che con le
mani. Alla leggerezza del colpo di fulmine è subentrato il desiderio del fare: un amore vero, da
consumare con passione, accendere, scoprire… “
Le opere nascono dall’assemblaggio del materiale recuperato, oggetti che solo all’apparenza
sembrano ormai privi di vita, ma che, osservati e “sentiti” dalla sensibilità dell’artista, rinascono
sotto forma di pesci, fiori, corpi o paesaggi, dalle forme bi o tridimensionali.
“Una scelta e una necessità – continua Marillina Fortuna – perché le cose che raccolgo mi
piacciono per quello che sono. Un tappo consumato, un pezzo di legno scolpito dal mare, un
pettine contorto, li osservo per se stessi e come parte fondamentale di qualcos’altro: un occhio o
un fiore (uno sguardo), una mascella (una forza), una coda (un movimento). Sono materiali che
l’uomo consuma e butta nel mare: materiali che il mare ri-genera, ri-vitalizza e, a mio modo di
vedere purifica”.
Junk Fish, Junk Flowers, Junk Bodies, Junk Lands… sono tutti in realtà simbolo per l’artista di
riscatto, emancipazione e libertà. “Un regalo davvero appagante, a me stessa e a coloro che
insieme condividono questi sentimenti per le cose del mondo”.
La mostra, dopo l’inaugurazione del 2 dicembre, resterà aperta al pubblico fino al 31 gennaio
presso:
Showroom HORM Orizzonti
Piazza San Marco, 1
Milano
Orari lunedì 14,30-19.00
da martedì a sabato 10-13.30 / 14.30-19.00

OLYMPUS DIGITAL CAMERA