Articoli

Aquae di Anti Pansera

aquae2010 (5)Un lavoro da artigiano/artista, quello di Marillina Fortuna, che “rispetta” i suoi “reperti” limitandosi a puliture, necessarie in molti casi, ma poi impegnandosi in una loro ri-ridifferenziazione, catalogandoli quasi, scatola dopo scatola per colori e riferimenti formali: per creare “altri”, dotati comunque di riconoscibilità e di “rimandi” alla nostra memoria. Marillina, sulle spiagge che frequenta, individua/raccoglie e si appropria infatti dei “reperti” di quella quotidianità che il mare continua a restituirci. Quel mare – come ho già ricordato in un’altra occasione e proprio per “raccontare” il suo lavoro – che, diceva Baudelaire, “l’uomo sempre amerà e preferirà” a ogni altro fenomeno della Natura Mare ovvero acqua acquae, alla latina, per riandare, anche nella nominazione di questa rassegna, al passato Un tema dell’oggi e soprattutto del domani. Un tema declinato con il sapiente accrocage, anche questa volta, di oggetti/pezzi di oggetti ritrovati e modificati/levigati/trasfigurati: dal lavoro puntuale ed inesorabile delle onde, della risacca, della sabbia, del vento. Riuso creativo ma soprattutto “rispettoso”: rimetterli in scena per permettere loro di raccontare nuove storie suggerendo “anche” problemi, avanzando, con voluta “leggerezza”, una denuncia. Ad utilizzare appunto (l’ho già scritto per la recente presenza dei suoi lavori, all’insegna del Mediterraneo, lo scorso novembre, alla Biblioteca Umanistica dell’Incoronata, a Milano), questi “depositi semantici [ ] con una puntuale metodologia progettuale, grazie a incastri ben studiati e a raffinati accostamenti di colori, ad alternanze di lucidità/opacità per costruire dei racconti, per raccontarci delle storie: per farci emozionare ma anche pensare/riflettere”. “Reperti” anche quelli, come questi, incentrati sul tema dell’acqua bene prezioso ed inalienabile Acqua che è anche uno dei motivi conduttori – e di riconoscibilità – della nostra città, Milano ,un tema intorno al quale graviterà, necessariamente, anche l’Expo prossima ventura. I navigli e non solo: acqua intorno e “dentro”. “Dall’acqua Marillina ‘prende’ e restituisce: reperti che nel loro insieme, assommati dunque, come in un quadro dell’Arcimboldo, compongono un’immagine unitaria. Inquietante, forse ma felicemente sofisticata e, soprattutto, contemporanea” (ancora dalla presentazione all’Incoronata).

Anti Pansera

This post is also available in: Inglese