Archive: » 2008 » marzo

Villaggio sostenibile. Finalmente un contato diretto con i bambini…

VILLAGGIO SOSTENIBILE: FINALMENTE UN CONTATTO DIRETTO CON I BAMBINI…  Giugno 2008 Il rapporto con il pubblico è un’esperienza bellissima: la gente riesce a dire cose sulle tue opere che neppure tu che le fai, immagini. Straordinari sono i bambini e la loro trasparente accoglienza! I bambini non vivono di sovrastrutture: hanno la capacità di riconoscere con i sensi e di essere felici con le piccole cose. A Milano, in occasione del Festival Internazionale dell’Ambiente (5/11 giugno 2008), nell’ambito del «Villaggio Sostenibile» , ho avuto modo di far sperimentare proprio ai bambini,...

Continua a leggere...

Junk Collection IN DIVENIRE / Genova / 2008

Dal 14 al 31 marzo 2008, la Loggia dei Mercanti di Genova, ospita la mostra IN DIVENIRE (Junk Collection) di Marillina Fortuna. Un percorso artistico tra sculture, installazioni e opere di medie e grandi dimensioni, esclusivamente realizzate con materiali di scarto raccolti lungo gli arenili: frammenti, oggetti in plastica e in metallo ossidato, pezzi di legno, corde, vetro levigato, vengono assemblati dall’artista con naturalezza interpretativa ma con provocazione ed ironia. I rifiuti raccolti, utilizzati senza subire modifiche o aggiunte decorative artificiali, si arricchiscono di contenuti...

Continua a leggere...

Altre Storie di Giulia Ceriani

Esiste una grammatica della frase che si compone in modo ordinato e conseguente, facendo seguire i punti alle virgole, facendo precedere i due punti. Ed esiste un modo di costruire un discorso solo apparentemente disordinato e imprevisto, che assembla singole unità e le ricompone al di fuori da ogni principio gerarchico. Senza regola e senza rispetto, ma fino a raggiungere un’armonia d’insieme, tanto più forte in quanto risultato di una lotta precedente e segreta. Così, nelle composizioni di Marillina Fortuna, che risentono fortemente della modalità articolata del bricolage – a questo...

Continua a leggere...

In Divenire di Marillina Fortuna

Il mio incontro con i rifiuti dal mare è stato un acerbo colpo di fulmine: raccoglievo il materiale lungo le spiagge attirata dalla materia, dal colore, dal disegno, per abbandonarlo dentro sacchi e retine da pesca in uno stipato ripostiglio, sorpresa dal ritmo discontinuo della vacanza. Poi la ri-scoperta, forse scaturita da un ritrovamento singolare, mi ha indicato la strada che oggi mi fa scoprire il mare, con la sua forza e i suoi paesaggi, come luogo di passione e di meraviglia per l’inanimato che riporta a riva. Oggi raccolgo appena posso e produco con gli occhi, prima ancora che con le mani....

Continua a leggere...

In divenire di Omar Calabrese

Ormai da tempo il panorama dell’arte contemporanea si è arricchito di una nuova tendenza: la ri-configurazione dei rifiuti. Intendiamoci: il recupero delle merci scartate e avanzate esiste da tempo. Basti pensare alla bella installazione di Pablo Picasso – oggi collocata al Museo di Mannheim – che presenta una serie di guerrieri assemblati con pezzi metallici trovati per strada. Ma anche dadaisti e futuristi hanno talora orientato i loro “objets trouvés” verso una sorta di ri-allestimento e ri-semantizzazione. Per non parlare, poi, della “nouvelle objectivité” e di artisti come...

Continua a leggere...